LEZIONI

Per chi desidera imparare o migliore a suonare il didgeridoo, a registrarlo, a costruirlo anche in vari materiali, è possibile seguire.
Lezioni online (della durata minima di 1 ora) i temi saranno focalizzati sulle richieste dello studente. Tuttavia parte della lezione sarà utilizzata per colmare lacune che il docente riterrà indispensabile trattare.
.
A BREVE RIPRENDERANNO: 
Lezioni private (della durata minima di  ore) i temi saranno focalizzati sulle richieste dello studente. Tuttavia parte della lezione sarà utilizzata per colmare lacune che il docente riterrà indispensabile trattare.
Workshop durante il week end. Di volta in volta verrete informati tramite questo sito o potete chiedere l’iscrizione in mailing list. Scorrendo sotto troverete la storia della “Scuola del didgeridoo” con le varie proposte che potrete valutare a titolo esemplificativo.
Tra questi ricordiamo:
  – Corso di costruzione strumenti in legno (2 giorni)
  – Corso di costruzione strumenti in vetroresina (3 giorni)
  – Ritiro di didgeridoo (3 giorni, 3 insegnanti, 21 ore di lezione)
Workshop e lezioni private nelle vostre sedi. In base alle vostre necessità è possibile organizzare workshop di ogni genere esattamente come se ne organizzano in sede da noi.
.
Per maggiori informazioni:
Andrea Ferroni
www.andreaferroni.it Sito personale
www.windproject.it  Sito di promozione, progettazione e ricerca sul didgeridoo
www.artietradizioni.it  Sito dell’associazione e sede dei corsi
info@andreaferroni.it
Tel: 3385812914 anche tramite whatsapp o telegram
.
LA “SCUOLA DI DIDGERIDOO” RACCOMANDA: “DIDGERIDOO WINDPROJECT”
wwb_img8
.
.

LA STORIA della “SCUOLA DEL DIDGERIDOO”

La “Scuola del Didgeridoo” nacque nel settembre 2004. La sua prima sede venne ospitata a Moncalieri, successivamente Torino centro, Scalenghe, ed ora in una sede storica del didgeridoo in Piemonte, già “Cascina Rebecca” ora “Arti e Tradizioni”.

L’idea nacque da Andrea Ferroni che, seppur giovanissimo musicista, era già chiamato a suonare per i festival del didgeridoo in Europa.
L’idea vincente fu quella di realizzare un percorso di studio coerente con i percorsi di studio di altri strumenti musicali (dal primo suono al palcoscenico) un corso semplice, comprensibile, adeguato a tutte le età e cucito sulle necessità del singolo studente aperto però a seguire le attitudini del partecipante ed in grado di proporre stili, generi ed espressività dello strumento a lui più congeniali.
Dal 2004 sono trascorsi intensi anni di lavoro che ci hanno dato il piacere e l’onore di veder crescere alcuni musicisti che, nel frattempo, hanno realizzato i loro primi lavori in ambito musicale.
Oggi il centro, pur parlando di una piccolissima nicchia, rappresenta il più vivo centro in Italia, un punto di riferimento per musicisti (Italiani e stranieri) ed allievi che giungono alla scuola da ogni parte d’Italia ed Europa!
La Scuola ha inoltre sostenuto o collaborato all’organizzazione di workshop e seminari per i festival di didgeridoo di Natibongo e del Didjin’Oz. Di quest’ultimo in particolare ne ha curato la direzione artistica nel 2011.
.
Tra i corsi (e attività) realizzati ricordiamo:
– Corso di didgeridoo base, intermedio, avanzato tenuti da Andrea Ferroni e Fabrizio Polibio
– Seminario intensivo (2 giorni) in sede e su richiesta in Europa (in Italiano o Inglese)
– Corso di costruzione strumenti in legno (2 giorni)
– Corso di costruzione strumenti in vetroresina (3 giorni)
– Corso di costruzione strumenti per bambini (45 min.)
– Seminari con artisti Italiani e stranieri
– Lezioni private su appuntamento
– Conferenze in sede e fuori sede
– Concerti
.
Durante i seminari ed i ritiri abbiamo avuto il piacere di ospitare anche:
Ilario Vannucchi, Lies Beijirinck, Dubravko Lapaine, Ansgar-M. Stein, Fiorino Fiorini, Fabio Gagliardi, Cristian Pannega, Martin O’Loughlin, Ali Andress, Roberto Laneri, Ondrej Smeykal, Zalem, Gauthier Aubè, Roman Buss, Tom Fronza, Matthias Mueller, Jack Azzarà,  Paride Russo, Marcos Andreu, Markus Meurer, Gianni Placido, William Goldschmidt, Fabio Goldaniga e molti altri.
.
Tra gli altri eventi di promozione dello strumento abbiamo organizzato e prodotto:
Didjin’Oz Open stage contest
“The DIDGERIDOO Discovery” – A. Ferroni, A. Furlan – il metodo più completo sul didgeridoo in Italiano, consultazione gratuita
.
Per i curiosi o per chi avesse piacere di visitare la sede ed i corsi, vi ricordiamo che l’ingresso è gratuito (previa sottoscrizione della tessera associativa)
Open chat
1
Ciao, posso aiutarti?
Hello, may I help you?
Powered by