CD “ALBERO” DI CHRISTIAN MUELA

Tracce: 9 Durata: 39:36

Nel complesso un buon CD che consiglierei a tutti gli amici del forum, e comunque a tutte le persone più interessate al didgeridoo puro senza interferenze.

I passi avanti di questo suonatore sono stati notevoli. Ho apprezzato la veste grafica, semplice, efficace e chiara.

 

La registrazione migliorabile ma molto buona. Il riverbero è sempre molto misurato eccetto nell’ultima bonus track dove l’utilizzo di un comune flanger, da un effetto bizzarro sull’intero brano “Indian didje beat box” già suonato in precedenza ma puro… lo avrei evitato (dato che chi lavora con questi effetti li riconosce a colpo d’”orecchio” ) ed anche l’autore lo pone come omaggio a fine CD.

I brani sono ben suonati e ben realizzati fatte alcune eccezioni. Dato che questo lavoro, pubblicato in rete gratuitamente è stato pubblicato a titolo dimostrativo ed è dedicato soprattutto agli appassionati, darò più spazio proprio ai miei commenti sperando che possano essere d’aiuto sia a Christian sia a chi intende intraprendere la strada del musicista:

per primo ho notato un ampio richiamo a brani di musicisti molto apprezzati, Smeykal e Jackson. Se in alcuni brani esistono tratti simili ai diversi musicisti citati, in altri brani, soprattutto durante le introduzioni, ci si avvicina alla cover o all’imitazione pura.

Certo è che questo deve essere il primo passo per creare qualcosa di ancora più personale… magari cogliendo qualche idea da altri campi musicali.

Allargare i propri confini è sempre un’ottima idea per emergere e ottenere buoni riscontri da chi è introdotto nell’ambiente.

Unica eccezione che mi viene in mente è Dubravko, musicista che ha imitato in tutto e per tutto e poi realizzato brani originali partendo sempre dallo stile Ondrej Smeykal.

Per ultimo, avrei preferito avere un brano di apertura che fosse più rappresentativo dell’intero CD (ma questo è esclusivamente un punto di vista).

Interessante la traccia inserita come prima bonus track “flusso ritmico”. Nonostante le sbavature dovute alla complessità di alcuni passaggi in cui Christian deve affinare la tecnica o scegliere uno strumento più adatto, contiene alcuni spunti interessanti nell’utilizzo dell’overdrive (un suono per sua natura sporco).

In definitiva, poco meno di 40 minuti, anche se con un brano ripetuto, sono sufficienti per un CD gratuito che, credo, sia adeguato al target di persone a cui si propone.

Rimango in attesa di ascoltare i suoi prossimi lavori.

Andrea Ferroni http://www.andreaferroni.it

1
×
Ciao, posso aiutarti?
Hello, may I help you?